I pericoli del bosco: il rischio vipera.

pubblicato in: Evento | 0
Share

Ieri 5 maggio 2017 una bella e importante lezione, legata alla sicurezza di noi frequentatori dei boschi, e non solo, tenuta dal nostro Presidente Fabrizio Fabrizi.

Abbiamo scoperto come riconoscere la vipera da altri serpenti (e non) innocui, come rispettare la vipera, come difendersi dal morso della vipera e come comportarsi dopo aver subìto un morso.

Un momento della lezione

In particolare Fabrizio ha tenuto a precisare il fatto che oggi il siero antivipera non è più a disposizione in farmacia per poterlo avere con se, in quanto spesso le reazioni di choc anafilattico portavano a danni peggiori del morso della vipera.

Quindi oggi un possibile trattamento al morso di vipera, oltre al necessario bendaggio linfostatico da effettuare SEMPRE, è realizzabile con un interessante strumento elettronico, chiamato ECOSAVE e prodotto dalla Tecnimed, che dichiara di essere efficace nel trattamento di veleni emotossici, come quello di vipera, calabrone, vespa, aracnidi, pesci.

Il principio di funzionamento si basa sull’emissione di scariche elettriche a bassa intensità che hanno lo scopo di disgregare la struttura chimica del veleno in componenti innocui, andando quindi a neutralizzarlo.

Anche se, a detta del produttore, la “validità è stata testimoniata solo in circostanze reali e limitatamente su test di laboratorio, per le difficoltà di sperimentazione (difficoltà di reperire gli animali più rari) e per l’impossibilità in Europa di effettuare test di laboratorio (che non sono attendibili se eseguiti con veleno liofilizzato)“, il prodotto ha diverse testimonianze che ne confermano l’efficacia, come ad esempio le seguenti:

In questo secondo sito, sono riportate anche varie pubblicazioni scientifiche che analizzano l’efficacia di scariche elettriche contro i morsi di serpente (anche crotali).

Ed anche il nostro Primo me ne ha confermato l’efficacia con punture di calabrone.

Per completezza di informazione, riporto le avvertenze indicate nel sito Tecnimed:

  • Ecosave può essere utilizzato negli adulti e nei bambini a partire dai sei anni di età.
  • Non usare su soggetti aventi un dispositivo elettronico impiantato o problemi cardiaci o epilettici, donne in gravidanza e bambini al di sotto dei sei anni.
  • Non usare intorno agli occhi, bocca o altre zone sensibili del corpo.
  • Non utilizzare l’apparecchio con le mani bagnate o su parti bagnate.
  • Non usare dopo l’applicazione di insetto-repellenti o di sostanze infiammabili liquide o gassose o comunque in prossimità di esse.
  • Al fine di non favorire una possibile trasmissione di infezioni, si consiglia un uso strettamente personale del prodotto; disinfettare regolarmente con prodotti appropriati, e nel caso di uso su più persone.
  • L’uso dell’apparecchio in assenza di un morso o di una puntura rende l’effetto percepito dell’impulso elettrico maggiore del normale.
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini e da persone con ridotte capacità motorie o sensoriali.
  • Ecosave è un dispositivo medico. Non usare come un gioco o come strumento di offesa o di difesa personale.
  • ATTENZIONE: il principio degli impulsi elettrici è valido contro il veleno emotossico ma non contro il veleno neurotossico (quello di alcuni serpenti come il cobra o di alcuni animali tropicali – alcune meduse, pesci o altri animali marini, insetti o aracnidi -).

Ovviamente dopo i tempestivi trattamenti sul posto, occorre, senza agitarsi, raggiungere il più vicino punto di soccorso per il monitoraggio e un eventuale somministrazione del siero, ma grazie all’ECOSAVE, spesso il siero non è necessario.

Per chi fosse interessato all’acquisto del prodotto ECOSAVE, può rivolgersi al Presidente del GMJ che ne farà una scorta con prezzi agevolati.

Altrimenti, la ditta produttrice lo descrive e lo vende qui: http://www.tecnimed.it/shop/senza-categoria/ecosave-2/

A chiosa della lezione, ricordiamo sempre che, come amanti della Natura siamo chiamati a rispettare tutti gli animali, compresi i serpenti, velenosi e non, tenendo sempre a mente che siamo noi gli ospiti. Quindi non uccidiamo i serpenti, ma abbigliamoci correttamente e poniamo sempre attenzione a quello che facciamo.

Al termine della lezione, abbiamo avuto la gradita sorpresa dell’assaggio della crostata con sambuco di Marcella.

Assaggio della crostata con ECOSAVE sul tavolo
Un pezzettino, grazie!

Grazie ancora una volta al nostro amico Flavio che ha ripreso tutto, possiamo rivedere la lezione di Fabrizio in questa playlist:

LM